ACQUACOTTA DEL CASENTINO

Spesso durante le feste si cucinano pianti ricchi, pesanti e ipocalorici, l’acquacotta del Casentino, tipica di Moggiona è invece una ricetta molto gustosa e semplice.

L’acquacotta geniale come il nome , veniva cucinata  spesso ai tempi della transumanza dai carbonai e i  boscaioli del Casentino quando stavano lontano dalle loro donne.

E’ perfetta per fare un figurone durante una cena improvvisata tra amici durante  le feste di Natale. L’acquacotta con il suo colore Rosso intenso e la leggera la doratura  superficiale del parmigiano oltre ad essere appetitosa e invitante, si sposa anche perfettamente con una tavola addobbata per le festività Natalizie.

Ingredienti:

  • 300g di pane toscano raffermo
  • 3 cipolle grosse
  • 350g di pomodori maturi o “pelati”
  • 2 salsicce
  • pecorino grattugiato
  • 1/2 litro di brodo di verdure
  • olio
  • e.v. sale e peperoncino.

Preparazione:

Mettete ad appassire le cipolle tagliate a fettine in un tegame con 8 cucchiai di olio e una punta di peperoncino.

Quando le cipolle saranno morbide aggiungete i pomodori spezzettati, salate e cuocete ancora per circa 1/2 ora

Aggiungere le salsicce precedentemente rosolate, spellate e tagliate a fettine, bagnate con il brodo e cuocete per altri 20 minuti

In una teglia non tanto alta mettete il pane tagliato a fette molto sottili e spargete sopra abbondante pecorino grattugiato

Versate l’acquacotta sul pane, mettete ancora pecorino e un filo d’olio

Passate la teglia nel forno caldo per un 1/4 d’ora.

 

 TORNA ALL' ELENCO ARTICOLI

IL CASENTINO TI ASPETTA

Scoprilo, Assaporalo e Vivilo

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.