SAGRA TORTELLO ALLA LASTRA – Corezzo, Chiusi della Verna

 

21° EDIZIONE 14-15-16 AGOSTO 2015

EVENTO: SAGRA TORTELLO ALLA LASTRA

DATA 2015: 21° EDIZIONE 14-15-16 AGOSTO

QUANDO: SEMPRE A META’ AGOSTO

DOVE : TOSCANA - Corezzo, Chiusi della Verna

DESCRIZIONE:

Il "Tortello alla Lastra" è una specialità gastronomica tipica della montagna tra Romagna e Toscana. Corezzo, piccolo centro montano immerse nel verde delle foreste Casentinesi ne è ormai da più di vent’anni simbolo. Il "Tortello alla Lastra" E' un piatto elaborato ma genuino, prodotto da quella singolare capacità, tipica della gente contadina di montagna, nel saper diversificare e combinare la monotonia dei pochi alimenti a disposizione in una ampia varietà di cibi dal gusto e dal sapore unico. La ricetta, tramandata di generazione in generazione, si è conservata fino ad oggi. 
I Tortelli alla Lastra si preparano impastando sulla spianatoia di legno la farina di grano tenero con l'acqua ed il sale; la pasta viene lavorata esclusivamente a mano e si stende con il matterello fino ad ottenere una sottile sfoglia, su metà della quale viene distribuito l'impasto di patate che viene ricoperto e poi suddiviso il tutto in tanti quadrati, che verranno cotti sopra una lastra di pietra serena. Questa pietra, con la sua particolare ruvidità, dona al tortello il suo sapore e colore caratteristici.  La sagra si conclude ogni anno con un coinvolgente spettacolo pirotecnico. Non perdetevi questo evento.

 

CURIOSITA’:
L'origine del Tortello è antichissima: fu importata dalle popolazioni barbariche provenienti dall'Oriente dopo la caduta dell'Impero Romano. La tecnica di cuocere la pasta sopra la pietra scaldata sul fuoco evidenzia la condizione nomade di chi la usava: trovare una lastra di pietra in loco è sicuramente più comodo che portarsi appresso dei recipienti per la cottura in acqua. 
La condizione nomade di parte della popolazione locale si è mantenuta fino ad un recente passato attraverso il fenomeno della transumanza, ovvero la migrazione stagionale delle greggi, molto diffusa anche in questa parte dell'Appennino. Questo trasferimento avveniva all'inizio della stagione calda, per andare in cerca di zone fresche dove poter trovare dei pascoli verdi per il bestiame. All'inizio della stagione fredda, si transumava nuovamente verso la pianura più calda. Tutto ciò avveniva tramite dei sentieri detti tratturi. Il viaggio durava giorni e si effettuavano soste in luoghi prestabiliti, noti come "stazioni di posta". 
E’ un paese intero quello che si mobilita nei giorni della “Sagra del Tortello®”: residenti e non, tutti hanno un ruolo ben preciso nell’organizzazione di questa manifestazione che è l’evento principale organizzato dalla Pro Loco. Quando fu deciso di dar vita a questa sagra furono posti due obiettivi precisi: valorizzare e far conoscere il patrimonio culturale di una cucina povera della quale le proprie nonne erano ancora depositarie e allo stesso tempo frenare il processo di abbandono del paese. Sono circa 150 le persone che collaborano all’organizzazione della festa e che organizzano le proprie ferie in base alle date della stessa: tutto ciò dimostra il grande attaccamento al paese, la passione e la voglia di far continuare ad esistere questo borgo, altrimenti destinato a morire. Se si pensa che Corezzo nel periodo invernale conta ormai soltanto poche decine di abitanti si ha una percezione di cosa può richiedere l’organizzazione di uno degli eventi principali in Casentino.

MAGGIORI INFO: http://www.corezzo.it/

Email: info@corezzo.it  -  line: 3383027194

 TORNA ALL' ELENCO ARTICOLI

IL CASENTINO TI ASPETTA

Scoprilo, Assaporalo e Vivilo

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.